Enama
Cerca Enama

ENAMA risponde



Per poter circolare su strada con macchine agricole a quale normativa si fa riferimento?
Per la circolazione stradale delle macchine agricole occorre far riferimento al Codice della strada (DLgs n.285/92 e successive modifiche ed integrazioni) e al relativo Regolamento di esecuzione e di attuazione (DPR 495/92 e successive modifiche ed integrazioni) che prevedono disposizioni relativamente ad aspetti procedurali, amministrativi, costruttivi delle macchine nonché al comportamento da tenere su strada.

Quale supporto offre l’Enama agli operatori del settore sul tema della circolazione stradale?
L’Enama ha messo a punto uno specifico documento, contenente una sintesi delle complesse norme di circolazione stradale, rivolto appunto agli operatori del settore. E’ inoltre possibile formulare specifici quesiti direttamente attraverso il ns. sito. Per i costruttori di macchine è attivo un servizio di consulenza per l’ottenimento dell’omologazione alla circolazione stradale.

E’ prevista a breve una revisione del Codice della strada anche relativamente alle macchine agricole?
A riguardo in occasione di una legge delega venne messa a punto dall’Enama una proposta di revisione del Codice e suo Regolamento che è stata ufficialmente presentata dal Ministero per le Politiche Agricole e Forestali al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ma, ad oggi, non si è ancora dato atto alla proposta formulata. Si ritiene, pertanto, che una revisione, seppure necessaria, non avvenga nel breve periodo. In effetti le recenti modifiche apportate al Codice ed al suo Regolamento hanno interessato solo marginalmente le macchine agricole.

E' possibile immatricolare come autocarro una trattrice agricola ?
In riferimento al Suo quesito, La informiamo che non è possibile l'immatricolazione di un autocarro come trattrice agricola.
I veicoli da lei indicati sono in realtà delle trattrici agricole con pianale di carico, previste dall'attuale Codice della Strada che ne definisce i requisiti costruttivi. 
Pertanto, l'immatricolazione è possibile come trattrice agricola in qualsiasi Provincia solo nel caso in cui il veicolo è dotato di omologazione come trattrice agricola con pianale di carico.

Vorrei acquistare un trattore nuovo per uso privato-hobbistico. Il concessionario al quale mi sono rivolto dice che devo aprire la partita IVA. Vi chiedo se tale richiesta risponde al vero visto che non sono un imprenditore agricolo ma bensì lavoratore dipendente. Se si qual è la normativa di riferimento?
L'art.110 del Codice della Strada (DLgs 30/04/1992 n.285 e successive modificazioni ed integrazioni) dispone che l'immatricolazione di una macchina agricola avvenga a nome di colui che dichiari di esserne il proprietario e dichiari di essere titolare di impresa agricola o forestale ovvero di impresa che effettua lavorazioni agromeccaniche o locazione di macchine agricole, nonchè nome di enti e consorzi pubblici.
Come indicatoLe dal rivenditore non è prevista l'immatricolazione di macchine agricole da parte di soggetti diversi da quelli sopracitati.

Dove trovano riferimento le disposizioni relative alla guida delle macchine agricole? Cosa prevedono?
Le disposizioni relative alla guida delle macchine agricole sono indicate nell'art.124 del Codice della Strada che prevede il possesso della patente di categoria A, per la guida delle macchine agricole indicate dall'art.115, comma 1, lettera C; ovvero macchine agricole e loro complessi che non superino:
- 1,60 m di larghezza,
- 4,00 m di lunghezza, 
- 2.50 m di altezza,
- 1,3 t di massa complessiva,
- velocità di 40 km/h.
Non si possono trasportare persone oltre il conducente.
Per tutte le altre macchine agricole, anche di tipo eccezionale per massa e dimensioni, viene richiesto il possesso della patente di categoria B.

VUOI ULTERIORI INFORMAZIONI SU ENAMA?
Contattaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER